Campanile del Ciucarun

In Piemonte a pochi chilometri dalla cittadina di Ivrea, sulla collina di Bollengo, al centro di una magica piana si erge solitario il Campanile di San Martino, chiamato in dialetto il Ciucarun. Unico resto di un paesino medievale, Paerno, oggi rappresenta un’importante testimonianza dello stile romanico in Canavese. Di pietra, con le caratteristiche bifore e polifere è meta di numerosi amanti della natura e turisti che, dopo aver lasciato la macchina a Bollengo e seguito le apposite indicazioni, vi arrivano dopo circa un’ora di cammino. Il percorso che vi conduce fa parte della Via Francigena e offre bellissimi panorami sulla collina della Serra Morenica. Consiglio è arrivarci all’ora del tramonto con un telo da poter stendere sull’erba. È infatti quella l’ora migliore per poter assimilare appieno la grande sensazione di pace che il luogo regala. Stesi sull’erba si può ammirare l’intera catena di monti che contornano la piana e la luce che sfuma, assaporando alcuni momenti immersi nella calma assoluta. Si racconta che anche l’ingegner Olivetti, quando avesse bisogno di riflettere e allontanarsi per qualche ora dai mille impegni, ci si recasse.

AUTRICE: Alessandra Cortese per tirocinio estate 2018

Anuncios