Quale personaggio storico vorresti essere?

el

Bene, rispondendo alla domanda credo di non voglio essere una donna in particolare ,ma sì una MUSA . Perché: chi è nata prima la musa o il poeta ? E non mi riferisco al concetto di musa come essere passivo, romantico e delicato. Parlo di quella musa creativa, intelligente e infinita. Rivendicativa e forte. Penso che ci siano state molte muse nella storia i cui meriti, per il fatto di essere donne, sono passati alla posterità senza essere riconosciuti. Queste donne delle quali parlo sono state sottovalutate ed imballate su storie che non sono state le loro. Non credo che si possa parlare di tutte perché sarebbe tropo lungo ma ho bisogno di dare voce ad alcune di loro. Per esempio rivendico Maria Maddalena, popolarmente conosciuta come la prostituta di Gesù Cristo. E se non fosse veramente una prostituta ? Non c’è nessun testo esplicito che descriva che abbia esercitato questa professione, anzi, centinaia di scritti sostengono che era una donna dell’alta società con vaste conoscenze e figura chiave nella vita e nello sviluppo di Gesù Cristo.

E che dire di Mileva? Moglie di Einstein, uno dei geni matematici più brillanti della storia. Ha studiato Fisica e Matematica a Zurigo dove ha conosciuto Einstein, con cui, oltre a sposarsi, ha sviluppato la teoria della relatività, anche se solo lui ha ricevuto il Premio Nobel. E se Einstein no fosse questo signore simpatico che appare sulle magliette “hipster”?.

Rivendico anche Nannerl, il suo nome artistico, (vero nome Maria Anna Mozart), è stata bambina prodigio e genio musicale. Suo padre l’ha portata in molte città come Vienna e Parigi, per sfruttare il suo talento finché il pettegolezzi l’hanno costretta a ritirarsi a quattordici anni e a sposarsi per salvare la famiglia da una situazione economica disperata. Quando chiesero a Mozart se ci fosse un musicista vivo che lo superasse, lui ha scritto ” Sento che non avrò mai il talento di mia sorella Nannerl per la composizione”. La storia di nuovo, l’ ha relegata a “sorella di Mozart” di cui è stata insegnante e ispirazione.

Non parlerò di loro ma voglio anche nominarle: Eva (moglie di Adan), Rosalía (moglie di Armando Ortega), Margaret Ann la quale è andata in guerra come James Barry, Waris Dirie, Gala, (compagna di Dalí)…e tante altre.

Sono un po’ Maria Magdalena, Eva, Nannerl, Gala,… e anche un po’ tutte quelle donne invisibili come mia madre che hanno lavorato in silenzio tutta la vita senza essere riconosciute e tanto meno retribuite e che come dice un vecchio detto africano “Se le donne abbassassero le braccia il cielo cadrebbe “.

Oggi le muse già non si nascondono sotto nomi e cognomi maschili, richiedono rilevanza, stipendio e previdenza sociale. Non aspettano più sedute di essere sognate o invocate per esistere. Ci sono. Senza nascondersi più . Sono una realtà.

Angels

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

Conectando a %s