Buscar

amalitaliano

Lingua & Cultura. Barcellona

Non si sa mai che porterà un giorno di tempesta

2299-cane-malatoAndrea Rovelli, un cittadino di Barcellona di origine italiana, mai avrebbe potuto immaginare quello che avrebbe portato un giorno di tempesta.
Andrea lavora nell’organizzazione di Protezione degli animali di Barcellona, facendo un ottimo lavoro con gli animali randagi.
Due giorni fa, durante la grandtempesta, Andrea tornava a casa mentre pioveva a dirotto dopo una giornata di lavoro molto intensa.
Improvvisamente, mentre girava un angolo ha visto qualcosa muoversi proprio accanto al cestino della spazzatura.
Era un cane nero come un corvino cercando qualcosa da mangiare in rifiuti. Dopo aver visto l’uomo, il cana ha corso spaventato. Andrea aveva vissuto situazioni simili in modo que, passo dopo passo, si ha avvicinato fino a quando il cane ha consentito le coccole.

Poi lo ha portato a casa sua, dove viveva con una gatta che andava e tornava a suo piacimento. Quando hanno arrivato. Andrea ha fatto la doccia al cane e gli ha dato da mangiare. Poi hanno andato a dormire insieme.

Il giorno dopo, Andrea ha portato il cane al refugio per vedere si aveva il chip de controlo e, in effetti, lo aveva. Subito ha chiamato il proprietario. Questo era una vecchietta, che se aveva mostrato molto contenta di ricevere la chiamata. Il cane si chiamava Bobby e si era scappato la sera scorsa.

A. (Livello B1)

Anuncios

Una gatta che vale una fortuna

gatto ricco
La settimana scorsa, Nicola Rossi, un cittadino di Barcellona ha trovato la gatta della signora Lombardi in un contenitore accanto a casa sua.
Si tratta di una gatta molto ricca, perché prima di morire la signora Lombardi aveva lasciato un’eredità milionaria tra i suoi due cane e la sua gatta di cinque milioni di euro a testa. Così, loro sono diventato gli animali più ricchi del mondo.
Nicola dice che stava correndo verso a casa sua perché pioveva a dirotto quando ha visto una gatta ferita mangiando dei rifiuti.
L’uomo, che da cinque anni si prende cura degli animali abbandonati nella strada, ha preso la gatta e l’ha portata al suo appartamento.
Durante alcuni giorni Nicola facevo correre la voce di avere trovato una gatta bianca, vecchietta, senz’una gamba e con un taglio con forma di mezza luna nell’orecchio destro. Così, se chi l’aveva perduta voleva ricuperarla, gli poteva chiamare.
Improvvisamente, un sacco di gente chiamava dicendo che la gatta era sua. Martedì, Nicola reciveva più di cinquanta. Come quello non era normale, lui ha deciso chiamare a un giornale per chiedere se c’era qualche storia di una gatta famosa perduta.
Alla fina, la gatta è rittornata alla villa del signor Lombardi, dove vive felice con lui e i suoi due altri animali.

R. (Livello B1)

Il nuovo ruolo delle reti sociali

connect-20333_960_720Sebbene alcuni pensino che le reti sociali siano solo intrattenimento e, come conseguenza, qualcosa negativa per i giovani, ci sono anche tante cose positive di cui si può parlare.
La prima sarebbe la possibilità che, come abitanti, abbiamo di conoscere altre culture o persone attraverso reti come Facebook oppure Skype. Per esempio, se non fosse per queste due reti, non avrei potuto continuare a parlare con tanti amici che ho in diversi paesi e comunque avrei perso il contatto con loro e anche con la loro vita. Poter sapere della loro vita non solo mi fa piaccere sennò che mi permette di imparare cose sopra altre abitudine o religioni, cose che mi raccontano ogni volta che parliamo.
La seconda e, sicuramente, la più importante è che l’uso che fanno a scuola. I giovani studiano con il computer e pochi hanno dei libri. A volte, l’insegnante gli mette in contatto con reti dinamiche e divertente per annoiargli e dargli la possibilità di studiare da soli. Grazie a queste reti, i giovani imparano rapido e approfondiscono quello che sanno.

L. (Livello B1)

Annuncio immobiliare

27269529346_7bbc807cb7_b

Barcelona (Catalunya)

Offro appartamento situato in zona residenziale, ascensore, due camere da letto, una sala da pranzo e un soggiorno uniti le due stanze per un lungo balcone sulla strada.
Bagno completo e un wc, cucina, cameretta per armadio e stirature e un’altra più piccola per lavatrice e utensile.
Prezzo interessante.

P. (Livello A1)

“Io sono = ciò che ho e ciò che consumo”

Fredmeyer_edit_1

Questa citazione di Erich Fromm significa che nel mondo moderno la gente è molto consumista e ha volte l’unico che la faccia felice è comprare cose nuove.
Il successo della persona non sempre si valora secondo il livello della sua intelligenza, le maniere, l’educazione, sennò depende di quale marca della macchina abbia, come grande è la sua casa o che marca delle scarpe porti. Le relazione fra la gente anche a volte sono materialisti. Secondo il prezzo del regalo si valora l’amore e l’importanza della persona. Molte ragazze i ragazzi solo si innamorano di un’imaggine e non li interessa niente che c’e dentro, e dopo quando si stanchino, cercano un’altra/o.
Il marketing abusivo di oggi fa quasi impossibile non essere influiti degli annunci, nuovi prodotti e promozioni. Due mesi dopo aver lanciato un nuovo cellulare, già hanno creato un’altro più moderno e la gente sempre sente bisogno di comprare. A volte buttiamo le cose che potrebbero ancora funzionare varie anni di più, solo per essere stancati e volere qualcosa di nuovo.
La stessa cosa, purtroppo, succede con le persone, si lasciano e si cambiano degli amanti e degli amici velocemente senza valorare e avere pazienza.

V. (Livello B1)

Un giorno felice nel giardino

Thomas_Cole's_-The_Picnic-,_Brooklyn_Museum_IMG_3787

Questa storia è accaduta tra la famiglia Efficiente (Paolo e Laura) e la famiglia Allegro (Piero, Silvia e Tomasino il suo bambino).
Il venerdì mattina, Paolo Efficiente (accanto a sua moglie Laura) ha telefonato Piero per invitarlo lui e la sua famiglia mangiare la mattina di domenica prossima in giardino, per festeggiare l’arrivo del bel tempo. Piero (e Silvia e Tomasino che erano al lato ascoltando) hanno accettato l’invito molto soddisfatti. Domenica mattina, molto presto, Paolo e Laura hanno cominciato a preparare in cucina: antipasti, primi piatti, i contorni. E aggiungere sale, pepe e specie al pollo allo spiedo che arrostiranno nel fuoco di legna in giardino.
Quando era pronto, hanno messo il pollo sul spiedo e acceso il fuoco perché così è fatto.
Po’ di tempo apparecchiavano la tavola in giardino, non si sono resoconto che “famelico” il cane della famiglia era nascosto sotto il tavolo.
Poco dopo sono arrivati Piero, Silvia e Tomasino. E hanno ricevuto loro molto felice.
Quando sono entrato nel giardino, si sono resiconto che il pollo hanno lasciato nel spiedo era sparito.
Paolo, subito è uscito di corsa per andare in pizzeria, per mangiare i secondi piatti.
Quando finalmente sono stati in grado di mangiare, Tomasino ha trovato dove era il pollo, tutti guardarano dove indicato Tomasino, e videro “Famelico” divoravando il pollo che evidentemente piacere, e tutto finitto di ridere tanto.
È stato una domenica perfetta, anche se non mangio pollo.

M. (Livello A2)

Mollo tutto

barcelona-838716_960_720

Ho cambiato il mio lavoro due anni fa. Per di più ho anche deciso di cambiare vita, paese e clima!
Per tre anni dopo i miei studi, ho lavorato come ingegnere su piattaforme di petrolio in tutto il mondo. Avevo la responsabilità importante per la progettazione del sistema di sicurezza per proteggere i lavoratori contro incendi ed esplosioni di gas. Lavoravo in un ufficio della città ma viaggiavo per le piattaforme in barca o in elicottero una o due volte al mese. Era un lavoro interessante e redditizio, ma mi sono reso conto che volevo dedicare il mio tempo ad una dimensione interpersonale. Vivevo in Aberdeen, una città piccola, industriale e relativamente gretta. Per questi motivi ho lasciato la città per Barcellona con grandi speranze e un sorriso grande.

M. (Livello A2)

Corso A1 – Parafrasi della canzone “Per te”

per-te

Gruppo 1

È per te l’aroma delle rose

Ê per te il nostro film preferito

È per te che il passerotto canta

È per te il verde della campagna

 

Gruppo 2

È per te il profumo delle rose

Ê per te una lettera d’amore

È per te quando gli innamorati si baciano

È per te l’azzurro del mare

 

Gruppo 3

È per te il profumo dei fiori

Ê per te un bagno caldo

È per te un giro in bici

È per te il verde speranza

Hanno esistito giganti in Spagna?

Molte culture e tradizioni da tutto il mondo hanno scriti di un momento in che i giganti vivono sulla terra.

Diverse religioni che popolano il mondo si fanno eco di questa costante storia che ha come filo conduttore una misteriosa razza di esseri ciclopiche (per i grechi) o altre con 100 braci che scomparve per sempre.

In Spagna esiste una grande tradizione di leggende che narrano le avventure di giganti per lo più legati alla costruzione di megaliti.

In questo caso evidenzia la mitologia basca con i gentili, gara di gigante che è incaricato di erigere queste costruzioni di pietra e che scomparve nel momento in cui nasce un bambino a Nazareth. A monte di Ataun, si trovavano sepolto l’ultimi giganti che abitavano le terre basche.

Un altro esempio di storie di giganti trovati nella cultura talaiotica Isole Baleari. Sulle leggende dell’isola di Minorca attribuiscono il sorgere del famoso navetas e talayots questi esseri ciclopici.

Non si sapeva se avrebbe potuto esistere questi giganti o erano solo prodotto dell’immaginazione fino una sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti che ha costretto il rilascio di Smithsonian i documenti classificati, risalente agli inizi del 1900. Questi documenti parlano della destruzione di migliaia di ossa di giganti.

G. (Livello A2)

giganti

Blog de WordPress.com.

Subir ↑